Passa al contenuto principale
Gesuiti
News
News

Sui 227 migranti respinti in Libia

L’Istituto Arrupe condivide la preoccupazione e lo sconcerto di questi giorni di fronte all’inasprimento delle politiche di chiusura delle frontiere italiane anche rispetto ai normali corridoi umanitari legati al fenomeno migratorio.
Aderisce, perciò, al documento redatto dal Jesuit Refugee Service che definisce “assolutamente inaccettabile” il respingimento coatto in Libia di 227 migranti, senza che essi abbiano avuto la possibilità di fare richiesta d’asilo.
Il governo italiano sta violando il diritto internazionale ed è dovere da parte di tutti noi richiamare non solo le norme della Convenzione europea dei diritti umani ma anche il comune senso di accoglienza che dovrebbe contraddistinguere ogni Paese che si dice civile, democratico e solidale.


Tag